Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Ignazio La Russa, la guerra più giusta e l’esercito nel migliore servizio pubblico e migliore rivoluzioneNEOmarxista

Ignazio La Russa è già nella storia d’Italia per la guerra più giusta dell’esercito: contro la criminalità. Con aiuto dell’esercito sono stati sequestrati qualche miliardo alla criminalità, un piccolo passo per la priorità più intelligente, urgente e giusta della politica e della giustizia: sequestrare 200 miliardi del fatturato della criminalità, più 100 miliardi delle fortune della grande criminalità accumulate con sangue crimine e 50 miliardi di corruzione.

La disponibilità dell’esercito per l’emergenza della neve è altro esempio molto positivo per il futuro. Cosi l’esercito è visto con più simpatia, un servizio dei cittadini per tutte emergenze. Credo che questo servizio possa essere la migliore delle esercitazioni, una forma di provare la creatività, intelligenza, pragmatismo ed efficienza per imprevisti.
Immagino che della collaborazione dell’esercito, forze dell’ordine, protezione civile e volontariato si possa fare la migliore rivoluzioneNEOmarxista: sequestro del frutto della criminalità per premiare migliori collaboratori per un mondo migliore.
Credo che per la certa grande criminalità la vecchia giustizia italiana è inefficiente e l’esercito poteva creare nuovi tribunali militari con giudici mai visti dei grandi b0ss della criminalità per la sua incolumità e potere giudicare. Immagino tribunali telematici o con vetri di forma che solo giudici vedono grandi mafi0si, con migliori giudici, più intelligenti, più pagati, grande meritocrazia, grande archivio dei peggiori mafi0si, grande intelligenza degli investigatori, senza o con peggiori avvocati. Questa giustizia, con migliore applicazione di un 41bis ancora più duro per chi non collaborasse, poteva ricuperare soldi della criminalità per premiare migliori cittadini, iniziando per migliore giudice migliore dell’esercito, della politica, dell’amministrazione pubblica, politica e volontariato.  
Immagino una giustizia intelligente a sequestrare più della criminalità per premiare migliori. Molti beni sequestrati che nel passato erano distrutti potevano essere usati per premiare migliori dei migliori servizi pubblici.  
Ignazio La Russa: esercito, sicurezza, creatività, intelligenza e ...
C. A. On. Tremonti, Alfano, Maroni, La Russa, Berlusconi: 5X1000 ...
Alfano, Lega, An, La Russa, giudici elettivi, vecchia giustizia e ...
Giacomo Montalbano | in Liquida
b4s | in Liquida
b4g | in Liquida
Neo-machiavelli in blogbabel
Memesphere - 10 dicembre 2009 11:20
Memesphere - 14 dicembre 2009 22:43
Destra INconcludente: Riforma della Giustizia. Il coraggio del ...
Palermo, la riscossa dello Stato: catturato “il numero due” di ...
la russa, "Neo-Machiavelli"  
Mafia, Marx, marxismo culturale, civiltà mafiosa e pena di morte
Giustizia legalità o stupidità? Giustizia o matematica dell’ingiustizia?
Sicurezza, livello di vita, mafia, criminalità, Grillo, Mastella e Prodi
Politica del futuro secondo Antonio di Pietro: Grillo e blogs? Politica più intelligenti o populista?
Etica, politica, intelligenza, populismo, Sgarbi, Grillo, Antonio Di Pietro, Parlamento Pulito e demagogia Santoro, TV, politica, intelligenza o populismo? (Zapweb)

Mafia de Santoro, Travaglio, Violante e antimafia: Berlusconi e Andreotti
Giustizia informazione Travaglio Santoro mafia Provenzano Riina Berlusconi Andreotti
Giustizia vista da Marco Travaglio e Santoro: intelligenza o populismo?
Avvocati, più soldi per giustizia o ingiustizia?
Berlusconi-Prodi, bugie in politica e informazione: intelligenza, furbizia, etica e demagogia  
IGNAZIO LA RUSSA sitoIGNAZIO LA RUSSA NON UCCIDE MA SI VENDICA
Ignazio La Russa - Ministero della Difesa - Governo - Politica ... "Il regalino di Natale" di Ignazio La Russa: “007 specializzato ... auguri di fine anno al Ministero della Difesa. ...28 articoli correlati »Prosperini/ Ignazio La Russa ad Affaritaliani.it: "Ci sono falle ...

Pubblicato il 23/12/2009 alle 7.16 nella rubrica Neo-politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web