Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Emergenza rifiuti, dialogo del manganello, esercito, Antonio Di Pietro e Berlusconi

Il 92% di un sondaggio vuole l’esercito a fare rispettare le scariche dei rifiuti. Secondo me doveva andare una parte dell’esercito con “nuove tecnologie”, semplici telefonini, infiltrati fra manifestanti, fotografare e filmare violenti contro le forze dell’ordine, quelli che incendiano cassetti della spazzatura, … dopo arrivava l’altra parte dell’esercito, circondava tutti manifestanti, senza violenza con pacifici che se comportassero bene ma con libertà di usare violenza contro violenti. Tutti violenti dovevano essere condannati non alla galera ma a separare i rifiuti. Tutti danni sarebbero pagati de chi le fa, o della parte che le fa che era provata di essere responsabile al meno in parte. Se non pagavano con soldi pagavano con lavoro.

Sembra che mai Antonio Di Pietro è stato cosi concordi con Berlusconi: «Naturalmente è sempre auspicabile non dover ricorrere all’utilizzo della forza: ma, qualora ce ne fosse bisogno, non si può esitare. Vede, la situazione igienico- sanitaria, con l’arrivo del caldo, rischia di deflagrare e io dico che ogni Comune deve dare il suo contributo … A Chiaiano c’è, però, …Le proteste degli abitanti paiono piuttosto comprensibili. Per questo, beh, ritengo che il governo sbagli nel cominciare a mostrare i muscoli proprio lì... purtroppo a Palazzo Chigi c’è una certa propensione a mostrare i muscoli, e non solo» Postato da Antonio Di Pietro in Politica”

Pubblicato il 31/5/2008 alle 21.13 nella rubrica Neo-politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web